You're viewing this item in the new Europeana website. View this item in the original Europeana.

cavamaccheroni

La tavola ha la forma rettangolare e presenta da lato il manico su cui sono incise le iniziali del proprietario e la data di produzione. Da un lato, la tavola è tutta incisa con una serie di linee a dente di lupo in cui sono inseriti sei rosoni; tre di questi presentano un fiore a sei petali e uno a cinque, un'altra è diviso con una serie di linee curve e infine, quello centrale, presenta una decorazione geometrica. L'altro lato, quello utilizzato per cavare i maccheroni, ha la superficie priva di decorazioni e resa ruvida dai graffi del coltello.


La tavola fa parte della cosiddetta "arte dei pastori". Secondo la Braccoil pastore amava segnare, nel pezzo di legno scelto con cura durante il pascolo, le immagini sobrie che la tradizione gli suggeriva; nelle sue rappresentazioni più autentiche non rappresentava la realtà, ma tendeva all'astrazione geometrica o alla stilizzazione di elementi naturali (Bracco, 1974). In questi oggetti la stilizzazione è portata al massimo tanto che di un'intera figura, resta solo ciò che dal punto di vista formale più la caratterizza. La Silvestrini evidenzia anche la valenza funzionale di quest'arte <<...strettamente correlata alla comunità agricola, agli oggetti funzionali, ad una cultura materiale volta a fornire strumenti ed accessori per le attività agricole ...>> (Silvestrini, 1995).