You're viewing this item in the new Europeana website. View this item in the original Europeana.

conocchia

La conocchia è formata da due parti separate da una sfera bombata, composta da canne e contenente delle pietruzze che fanno rumore. La parte inferiore, funzionale, è un bastoncino, la parte superiore, decorativa, rappresenta una figura femminile.


Oggetto che comunemente viene attribuito al lavoro di pastori, ma, nel caso specifico, poteva essere usato anche in ambito agricolo. Probabilmente l'oggetto è stato fabbricato dallo stesso utente anche se, talvolta, sappiamo che vi era un vero e proprio commercio di tali utensili all'interno delle fiere stagionali. La conocchia poteva essere fabbricata quindi anche da agricoltori o pastori che avevano una particolare abilità nel farla. Essa era molto spesso usato come dono iniziale nel fidanzamento, oppure potevano essere offerti alla moglie del padrone in segno di riverenza ed omaggio. Si riscontra spesso una presenza di figure femminili con galletto sullatesta, che, come si sa, viene visto come simbolo di fecondità. Il collegamento con l'arte magno-greca e con le dee della fertilità rimane del tuttoipotetico, anche se la Milillo lo ritiene probabile in un fenomeno di discesa tipico dell'area meridionale.