You're viewing this item in the new Europeana website. View this item in the original Europeana.

Monumento sepolcrale di S.Vittorino

monumento funebre

Il monumento fu ricostruito dove oggi si trova durante i lavori del 1940, poichË al momento dell'inizio di questi si trovava addossato alla parete. L'iscrizione incisa in lettere filocaliane dal nome del famoso calligrafo di Papa Damaso, Furio Dionisio Filocalo, sia per il formulario che per la paleografia puÚ essere collocata nell'ambito del V secolo. Il motivo decor ativo delle lastre orna comunemente transenne e plutei nel corso dei secc. IV e V. Anche le sculture si possono collocare nell'ambito del V secolo.


La tomba è composta da una lastra di grandi dimensioni poggiata su quattro pilastrini con capitelli compositi tra i quali sono inserite lastre deco rate che girano in parte sul fianco destro e il tergo rimane completamente aperto. Nella parte centrale della lastra superiore vi è un'iscrizione in cisa in lettere filocaliane sorretta da due personaggi palliati. La figura di sinistra, anziana, ha volto scarno con fronte calva e sporgente, veste , tunica e pallio. La figura di seta ha volto giovanile con capelli corti e ricci. Indossa il pallio con ampio lembo ricadente dietro la spalla sin istra. Le lastre che fasciano il monumento presentano una decorazione con il motivo a squame unito a una serie di cerchi contenenti fiori quadriloba ti, mentre altri, ugualmente a quattro petali lanceolati, occupano gli spa zi romboidali tra le squame stesse. La lastra centrale rappresenta scolpit a una scena. Al centro il Cristo siede sul globo e tende la mano destra pe r prendere la mano di un personaggio in tunica e pallio. Dietro di lui una figura , ugualmente palliata, è in atto di poggiargli la mano sulla spall a. Alla sinistra del Cristo un altro personaggio vestito allo stesso modo. Nel