You're viewing this item in the new Europeana website. View this item in the original Europeana.

torciera

Filippo Parodi fu uno dei più importanti ebanisti italiani, di cui rimangono pochissimi esemplari caratterizzati da una tecnica impareggiabile accompagnata da vivacità e originalità delle composizioni. Le sue figure sono fortemente modellate e dettagliate, spesso usate come supporti per torciere. Decisivo sarà il soggiorno e l'apprendistato a Roma compiuto tra il 1661 e il 1667, dove rimarrà colpito dall'arte del Bernini. L'opera in oggetto riflette questa conoscenza, quasi un ricordo dell'Apollo e Dafne nella gamba retrostante e flessa e nell'uso di una linea moderatamente sinuosa. Al Parodi si deve la diffusione dello stile del Bernini nell'Italia settentrionale, comprendendo anche Venezia dove nel 1677 aprirà una bottega.