You're viewing this item in the new Europeana website. View this item in the original Europeana.

adorazione di Gesù Bambino

gemma

L'intaglio della collezione fiorentina ricorda stilisticamente uno in diaspro con lo stesso soggetto della collezione Milton Weil di New York (E. Kris, "Notes on Reinassance Cameos and intaglios", "Metropolitan Museum Studies", 1930-1931, vol. III, pp. 1-14, in particolare p. 2 fig. 1). La raffigurazione del diaspro è più articolata per la presenza di numerosi personaggi, ma alcune affinità stilistiche potrebbero ricondurre entrambi gli intagli allo stesso ambiente. Secondo il Kris certi caratteri popolari evidenti nella concezione dello spazio e nella rappresentazione degli animali, potrebbero collegarsi allo stile di Bartolomeo Bellano, attivo a Padova tra il 1430 e il 1498. L'intaglio è menzionato inserito in anello d'oro a castone pieno baccellato nell'inventario del 1837/1838.


Filetto in metallo con due maglie.